POSTUROLOGIA E RMP

Cosa possiamo fare per migliorare e mantenere la nostra postura?
 

 

 

 

 

 

 

 

 

Movimento:

 

 

camminare con buon ritmo almeno un’ora al giorno, meglio se in un ambiente naturale, aggiungere alcuni esercizi di stretching, da fare giornalmente, anche più volte se facciamo un lavoro sedentario con molte ore fermi nella stessa posizione! Per queste persone forniamo degli schemi che li possono facilitare nel compito, da eseguire almeno tre o 4 volte al giorno (l’intero schema dura meno di 3 minuti).

 

Ovviamente: Benvenuto Sport!

 

 

Qui sopra una serie di esercizi di stretching da fare nelle brevi pause davanti al PC

 

 

 

Alimentazione:

 

                     

 

 

 

  • Prediligere frutta e verdura fresche e di stagione, moderare la carne, meglio pesce e proteine vegetali (soia, seitan, ecc… purché bio).
  • Cereali: giornalmente, ma in quantità moderata, scegliendo cereali integrali con fibre

 

 

 

 

 

 

  • Latte e latticini saltuariamente
  • Zucchero e dolci solo raramente, meglio il miele, evitare merendine e bibite gassate.
  • Pochi grassi, naturali, e meglio al mattino.
  • Acqua a volontà, alcool con molta moderazione

 

 

 

 

 

 

  • Niente fumo e niente droghe, o farmaci, se non prescritti.
  • Mangiare molto a colazione, moderatamente a pranzo e poco la sera. Negli intervalli un frutto.

 

 

Detossicazione:

 

spesso è utile conoscere intolleranze ed allergie, lo scopo della detossicazione è di agire anche a livello profondo, intracellulare, e richiede quindi un certo periodo di tempo, ed un po’ di pazienza

 

  • Una buona alimentazione tende a detossicare di per se l’organismo.
  • Se ciò non bastasse, anche per poter ripulire a fondo l’organismo, si possono utilizzare diverse metodiche depurative, anche omeopatiche.
  • Certi tipi di trattamenti wellness, come sauna e bagno turco aiutano ad eliminare le tossine residue nel nostro corpo, (per questi tipi di attività consigliamo di chiedere al vostro medico di fiducia).
  • Molto spesso si possono aggiungere degli integratori alimentari, sostanze detossicanti in tisane, fibre alimentari, ecc… (per diete specifiche consigliamo di rivolgervi al vostro dietista).
  • Alcune terapie naturali, come l’agopuntura possono essere aggiunte come terapie complementari per un miglior risultato.

 

 

Abitudini:
Le nostre abitudini di vita possono influenzare in modo determinante la nostra postura.

 

  • Scarpe: sono fondamentali, di buona qualità e dovrebbero avere una soletta morbida o semimorbida, in modo da facilitare l’adattamento del piede sul terreno, che oggi è sempre duro e piatto (pochi camminano giornalmente sui prati o nei boschi, cosa che ci farebbe molto bene!). I tacchi non devono essere esagerati, e non dovrebbero essere portati troppo tempo durante la giornata.
  • Niente piercing, che influenzano notevolmente la postura, attraverso una scorretta sensazione propriocettiva percepita dalla nostra pelle ed inviata al cervello.
  • Vestiti comodi, e soprattutto in inverno, caldi e che coprano la zona renale (per i cinesi sede dell’energia vitale). Pantaloni non stretti, specie in vita, per facilitare il reflusso circolatorio sia sanguigno che linfatico (basta la pressione di 1 Kg costante sulla vita per fermare il ritorno linfatico superficiale).
  • Posizione da seduti, da sdraiati, in piedi, ecc…, controllare ed evitare i vizi e le abitudini che causano tensioni e dolori.
  • Nelle abitudini vanno chiaramente ricordate anche quelle dietetiche e di igiene di vita, come visto sopra.

 

Interventi:
Quando nonostante le buone abitudini si avvertono disturbi e dolori costanti, e non si riesce più a mantenere una buona qualità di postura e spesso anche di vita e di umore, occorre un intervento specialistico.
Per i giovani questo è particolarmente importante poiché, non essendo le strutture anatomiche ancora fissate in modo definitivo, si può risolvere completamente il problema.